Musei Capitolini
Il Palazzo Senatorio sul Campidoglio è la sede di rappresentanza del Comune di Roma. L'edificio risale alla metà del XII secolo ed è stato costruito sulle rovine del Tempio di Veiove e del Tabularium. Il Palazzo si sviluppa sulle due alture che costituivano il Colle Capitolino nell'antichità, il Capitolium e l'Arx. Data la posizione in cui sorge la struttura e per far fronte al dislivello creato tra la cima del colle e il suo digradare verso il Foro Romano, sono state costruite robuste fondamenta che creassero una struttura di rinforzo e terrazzamento. Dal 1144 il palazzo è stato sede del libero Comune di Roma, nato dalla ribellione dei cittadini romani a papa Innocenzo II e dei Senatori, figure che si occupavano della giustizia e degli interessi cittadini. La facciata dell'edificio che affaccaia sul Campidoglio era in origine costituita da una serie di loggiati con archi a tutto sesto. Nel corso de '300 e poi del '400 il palazzo comincia a subire modifiche per volere dei papi Bonifacio IX, Martino V e Niccolò V e ad assumere sempre più la fisionomia di una fortezza. La Torre che vediamo oggi risale a fine '500 ed è una torre campanaria realizzata da Martino Longhi il Vecchio, è andata a sostituirne una più antica. La scala a doppia rampa che oggi vediamo davanti alla facciata del palazzo risale alla metà del '500 ed è opera di Michelangelo, lo scopo della scala è quello di accesso alla nuova aula del Senatore, di elemento di unione tra la piazza e l'edificio e di ambientazione architettonica per le statue del Nilo e del Tevere ancora oggi ai piedi del palazzo. Oggi si accede al palazzo dall'Ingresso Sisto IV, così chiamato dal nome del papa omonimo che lo fece costruire nel 1477, da segnalare all'interno dell'edifio la Sala del Carroccio, così chiamata perchè vi si trova un'iscrizione in gotico che ricorda l'invio dei resti del Carroccio strappato ai milanesi durante la battaglia di Cortenuova del 1237, proseguendo, dalla Galleria Sisto IV si possono vedere i resti del Tempio di Veiove, il Salotto o anticamera del Sindaco, si tratta dello studio di rappresentanza del Sindaco di Roma, e poi ancora lo Studio del Sindaco, ricavato nella Torre, la Sala dell'Arazzo, chiamata così perchè qui si trova un arazzo fiammingo della seconda metà del '500, la Sala delle Bandiere, dove si riunisce la Giunta Comunale, l'Aula Consiliare o Aula Giulio Cesare, si tratta della sala riunioni dei massimi rappresentanti dell'amministrazione cittadina.

Nome Musei Capitolini

Telefono 060608

Fax

Responsabile

Indirizzo Piazza del Campidoglio, 1

Città Roma

Provincia Rm

Cap 00186

Migliora e correggi le informazioni su questa scheda:
link errato categoria errata descrizione errata

Consigli degli utenti

ATTENZIONE: GALATA MORENTE IN PARTENZA!

Inserita il 09/12/2013

Attenzione se volete andare ai Musei Capitolini per vedere la famosa statua del Galata morente, perchè è in partenza per la National Gallery of Art di New York, e tornerà il 16 marzo. L'ultima volta che aveva lasciato il museo era il 1797, quando fu portato a Parigi dalle truppe napoleoniche.

0 utenti hanno votato questa dritta. Inizia tu!

A ROMA IL MUSEO PIù ANTICO DEL MONDO: QUAL E'?

Inserita il 06/12/2013

II museo pubblico più antico del mondo, fondato nel 1471 da Sisto IV con la donazione al popolo romano dei grandi bronzi lateranensi, sono proprio i Musei Capitolini! Palazzo Nuovo, Palazzo Senatorio, Tabularium, Palazzo dei Conservatori, Palazzo Caffarelli, ospitano da 500 anni opere di inestimabile valore.

1 utenti hanno votato questa dritta. Voto medio: 5 stelle!

MUSEI CAPITOLINI

Inserita il 17/09/2013

Ai Musei Capitolini, il 21 settembre è in scena "Archimede. Arte e Scienza dell'invenzione"; è obbligatoria la prenotazione, e si tratta della guida dedicata ad adulti e bambini della mostra in corso al museo. Per prenotazioni: 06.39967800 oppure roma@coopculture.it

0 utenti hanno votato questa dritta. Inizia tu!

CAFFETTERIA DEI MUSEI CAPITOLINI

Inserita il 04/01/2013

Presso la Caffetteria dei Musei Capitolini prendete l'aperitivo godendo di una vista panoramica strepitosa. Si può accedere da una stradina laterale senza passare per il museo.

1 utenti hanno votato questa dritta. Voto medio: 2 stelle!

COMMENTI

  • Lascia un commento su questa azienda*

    * Per motivi di privacy non è consentito inserire contatti (telefoni, email, indirizzi) nel testo del commento. In caso contrario il commento non sarà pubblicato.


    Grazie per l'invio! Il commento è stato registrato con successo!

    Il codice di verifica non � corretto. Inseriscilo nuovamente