COME SMETTERE DI FUMARE
Alcuni suggerimenti per dire addio al fumo

Il fumo, si sa, è un brutto vizio. Uno tra i più dannosi per la nostra salute e il più difficile da sradicare. A Roma ci sono diversi centri pubblici e privati a cui rivolgersi. Esistono anche soluzioni diverse come l'agopuntura o il farma che negli ultimi anni va per la maggiore. Vediamo come smettere di fumare senza alcun sacrificio

Aggiornato il 05/04/2016

Condividi questo articolo

Partendo dal presupposto che nessun fumatore è uguale ad un altro, i consigli che possiamo darvi su come smettere di fumare riguardano innanzitutto la vostra forza di volontà.
Non è possibile dare delle giuste indicazioni valide per tutti: i diversi tipi di dipendenza sono estremamente variabili quindi, prima di scegliere come smettere di fumare chiedete un parere al vostro medico. I metodi sono tanti e a seconda della vostra predisposizione è più giusto usarne uno piuttosto che un altro: gomme da masticare, sigarette senza tabacco, inalatori, cerotti antifumo, psicoterapia comportamentale e sedute di gruppo sono sicuramente mezzi da prendere in considerazione.
Se pensate di avere bisogno di un supporto terapeutico per smettere di fumare, a Roma potete rivolgervi al Centro antismoking Roma con sede in via Appia Nuova, 251, nel Quartiere Tuscolano. Il centro, attivo nel settore dal 1998, utilizza un approccio integrato capace di affrontare il problema del fumatore a 360°, fornendo un'assistenza continua per sei mesi e un'iniziale consulto gratuito.
Il Centro Nazionale Antifumo si basa su un trattamento effettuato da un macchinario stimolatore, che cerca di sopperire la dipendenza fisica dalla nicotina e quella legata a gestualità ed abitudini. Dopo aver sostenuto il trattamento siete seguiti per un periodo di 6 mesi durante il quale potete ripeterlo fino a quattro volte, gratuitamente se nel frattempo non avete fumato e a prezzo ridotto se non siete riusciti a resistere. Il centro è in viale dei Caduti per la Resistenza, 183, in Zona Tor de' Cenci.
Anche la medicina alternativa può aiutare in questo difficile percorso, come ad esempio l'agopuntura che grazie alla stimolazione del rilascio di endorfine, si avrà piano piano un distacco dalla dipendenza da tabacco. In zona Eur e in zona Tuscolana c'è lo studio di agopuntura della Dott.ssa Lu Fang che oltre ad essersi laureata nel 1984 in medicina cinese tradizionale, si è anche laureata in medicina presso l'Università La Sapienza. Oppure ci si può rivolgere anche alle Aziende Sanitarie di Roma come la ASL Roma C  del IX distretto che ha aperto il centro antifumo "Vita ariosa" in via Monza, 2 aperto tutti i giorni dalle 8,00 alle 18,00 ( il sabato fino alle 13,00), il Policlinico Umberto I di via del Policlinico, dove oltre a fare campagna informativa sui danni legati al fumo, ha un reparto specializzato per smettere di fumare oppure l'Ospedale San Filippo Neri di Roma, dove sottoporsi a specifiche cure presso l'Unità di Broncopneumologia e l'Ambulatorio per il Tabagismo, assistiti con una diagnosi precoce delle patologie correlate al fumo, una valutazione funzionale e infine il percorso terapeutico contro le sigarette.
Da segnalare infine Champix: un farmaco (necessaria la prescrizione medica) che da diversi anni va per la maggiore tra coloro che desiderano smettere di fumare. La cura ha una durata di circa tre mesi e molti che lo hanno usato ne parlano in modo entusiasta perché sembra faccia scomparire la voglia di fumare senza sacrificio. L'unico aspetto che lamentano un po' tutti è il suo costo: intorno ai 500 euro nell'arco dei tre mesi.
Per chi vuole iniziare un percorso personale, l'Informazione Sanitaria consiglia al fumatore di seguire alcuni comportamenti per limitare i danni provocati dal fumo che, non sostituiscono i trattamenti indicati prima, ma sono un buon inizio:

- l'uso di rimedi erboristici e del tutto naturali aiuta a raggiungere il traguardo.
- bere molta acqua aiuta ad eliminare la nicotina, meglio se tisane calmanti al biancospino e alla passiflora, mentre l'assunzione dell'Avena Sativa, l'Equineso e la Piantaggine Maggiore diminuiscono la necessità di nicotina.
- limitare il fumo a un massimo di 10 sigarette al giorno
- non fumare per strada o al lavoro
- non portarsi dietro accendini o fiammiferi
- rifiutare le sigarette che vengono offerte
- fumare le sigarette fino a metà
- scegliere un tipo di sigaretta a basso contenuto di nicotina e di catrame
- comprare un nuovo pacchetto solo dopo aver finito il precedente
- non fumare prima o dopo i pasti, perché ciò interferisce con l'attività digestiva dello stomaco
- non fumare mai in presenza di non fumatori
- non fare boccate troppo avide, perché il numero e la profondità delle tirate influisce sull'effetto dannoso delle sigarette.

Consulta anche
Agopuntura  

Consigli degli utenti

DOVE ACQUISTARE IL KAYFUN 3.1

Inserita il 07/11/2013

Sono diventato un vero appassionato di sigarette elettroniche: il non plus ultra è sicuramente il KAYFUN 3.1. Costa parecchio ma lo consiglio vivamente, grande gusto e aroma, potete trovarla a La Svaperia in via Mario Menghini, zona Colli Albani.

3 utenti hanno votato questa dritta. Voto medio: 2.3 stelle!

SIGARETTE INDIANE

Inserita il 14/10/2013

Dicono che sia utile, per smettere di fumare, passare alle BEEDIES, ovvero el sigarette indiane. L'avete mai assaggiate? sono piccole foglie arrotolate, molto buone e profumate. Potete trovarlo nel negozio di articoli di indiani di antiquariato che si trova a Largo di Torre Argentina. Funzione per smettere? direi di no, ma le beedies sono buone :)

3 utenti hanno votato questa dritta. Voto medio: 3.7 stelle!

CENTRI A ROMA PER SMETTERE DI FUMARE

Inserita il 18/08/2013

Io ho smesso di fumare con Champix, un medicinale consigliato da un medico ad un mio amico. Senza nessuno sforzo sono passato da 14 sigarette al giorno a zero. Certo la cura è cara, circa 500 euro, ma li ho ripresi non fumando

0 utenti hanno votato questa dritta. Inizia tu!

CENTRI A ROMA PER SMETTERE DI FUMARE

Inserita il 18/08/2013

Per smettere di fumare bisogna avere un motivo personale. Gli appelli generici alla salute funzionano poco

0 utenti hanno votato questa dritta. Inizia tu!

Commenti


2016-01-11 10:18 AM

Credo che non serva un centro anti-fumo, è solo una cosa psicologica ma magari può servire a chi ha bisogno di credere in qualcosa poichè non crede molto in se stesso! Se una persona è convinta di quello che vuole fare lo fa. Ho visto molte persone che fumavano per anni e una volta presa la decisione, magari in seguito anche ad infarti o altre patologie portate dalla nicotina, sono rimasti coerenti ad essa.

 

2016-01-02 04:02 AM

La motivazione è tutto. Io non ho mai fumato, non ho mai sentito l'esigenza, nè la curiosità, ma non sono per la "caccia alle streghe". I fumatori stessi si rendono conto dei danni alla salute e anche della spesa, perchè il fumo è a priori un costo. Credo che se si voglia smettere ci sia bisogno di una forte motivazione e anche di un ambiente che ti incoraggi in tal senso. Hanno fatto credere che la sigaretta elettronica faceva smettere e ora sappiamo che dà dipendenza anche quella. Troppa speculazione

 

2015-07-04 05:04 AM

Fumi e hai una tosse insopportabile che la notte non ti fa dormire? Io ho provato, la mattina prima di fare colazione bere un cucchiaio di olio extravergine e fare colazione con latte caldo e miele. Per un mese, ogni giorno senza saltarne uno e la tosse va via, con i cosiddetti "metodi della nonna".

 

2014-11-23 06:45 AM

LA SIGARETTA ALTERNATIVA. Dopo anni sono ancora poco chiare le informazioni fruibili relative alla sigaretta elettronica. E' ormai "sulla bocca di tutti" ..fa male? le notizie sono contrastanti, chi ci dice che è solo la nicotina a far male, e chi sostiene che le sostanze introdotte nell'organismo possano essere cancerogene. Normalmente esistono due modalità di sviluppo per queste notizie: modalità numero 1 (come le sigarette classiche) dopo anni scopriremo gli effetti direttamente sulla nostra pelle; modalità numero 2 (come i cellulari) metteranno tutto a tacere facendoci credere che siano innocue.

 

2014-10-02 02:48 PM

Io ho smesso di fumare leggendo il libro di Allen Carr "Smettere di fumare" e sono ormai tre mesi che non fumo. La dipendenza da nicotina è passata nel giro di una settimana (fumavo almeno 20 sigarette al giorno da venti anni). Ora se proprio ne ho voglia svapo, ma senza nicotina. Non si tratta comunque di vizio, posso stare senza svapare. Ripensare alla nicotina ora mi da la nausea.

 

2013-10-16 06:52 PM

io a dire il vero ho provato a iniziare a fumare la pipa (che non si respira e fa decisamente meno male delle sigarette) per smettere, il risultato è che ora fumo sia la pipa che le sigarette! ahahah

 

2012-12-11 02:22 PM

Io non sono d'accordo con tutto quello che viene suggerito in questo articolo ma molte delle indicazioni non sono niente male. Il fumo è una cattiva abitudine e questa cosa la affronto anche qui: http://www.smettere-di-fumare-sigarette.com/blog Il fumo non è solamente un vizio ma provoca una fortissima tossicodipendenza sia fisica che psicologica, dunque se potete DECIDETE DI SMETTERE per sempre! Ciao, Giovanni :)

 

2011-05-30 10:15 AM

Interessante il video, vediamo se funziona...

 

Lascia un commento su questo articolo*

* Per motivi di privacy non è consentito inserire contatti (telefoni, email, indirizzi) nel testo del commento. In caso contrario il commento non sarà pubblicato.


Grazie per l'invio! Il commento è stato registrato con successo!

Il codice di verifica non è corretto. Inseriscilo nuovamente