CURARE L'EMICRANIA
I migliori centri a Roma
>

Siete affetti da mal di testa frequenti e insopportabili? l'abuso di analgesici spesso peggiora il problema. Scoprire le cause fa parte della cura perchè guarire è possibile! A Roma si trovano i migliori centri per la cefalea e l'emicrania: sono i centri d'eccellenza e super specialistici per la diagnosi e la terapia degli adulti ma anche dei bambini. Vediamoli insieme
 

Aggiornato il 17/06/2016

Condividi questo articolo

L'emicrania rappresenta uno dei disturbi più comuni. In alcuni casi si presenta occasionalmente, ma spesso è così frequente da compromettere l'efficienza, la capacità lavorativa e i rapporti sociali, influenzando pesantemente la qualità della vita.
A Roma esistono diversi centri specializzati nella cura delle cefalee ed emicranie. ll Centro Cefalee è una struttura superspecialistica che si occupa di cefalee, eseguendo esami specifici e complessi, con capacità diagnostiche elevate che consentano di riconoscere forme rare e di impostare trattamenti corretti. Nel Centro Cefalee operano specialisti che si occupano solo, o per la maggior parte del loro tempo, di questi problemi, garantendo massima competenza e professionalità.
I principali, riconosciuti anche dall'ANIRCEF (Associazione Neurologica Italiana per la Ricerca sulle Cefalee) sono: il Centro diagnosi e terapia della cefalea e del dolore San Raffaele dell'IRCCS San Raffaele Pisana che dispone di una struttura, tra le prime in ambito nazionale dedicate  alla cura del disturbo, dove si diagnosticano e curano cefalee ed emicranie sia di adulti che di bambini, quest'ultimi hanno una diversa sintomatologia e conseguente diversità di trattamento.
Il Centro Cefalee PTV, presso il Policlinico Tor Vergata che si avvale anche di un DH di Neurofisiopatologia e del Ricovero ordinario in Neurologia. Si effettua una valutazione psicodiagnostica, la diagnostica cardiologica (ECG, ECG Holter, ecocardiogramma trans toracico, ecocardiogramma trans esofageo), la diagnostica per immagini (TC, RMN, Angio RMN, angiografia convenzionale), la diagnostica biochimica e quella genetico – molecolare.
Il Centro cefalee Campus-Biomedico  che è coinvolto in protocolli che studiano trattamenti innovativi come la neuromodulazione mediante TDCS (stimolazione transcranica a correnti dirette) o la neurostimolazione del nervo grande occipitale nei pazienti affetti da emicrania cronica.
Da anni è presente anche all'interno del Policlinico Umberto I un Centro per la cura delle cefalee, dove è possibile effettuare esami come il doppler transcranico, ricevere qualificato aiuto psicologico e avvalersi di professionisti in grado di risolvere problemi di cefalea semplicemente correggendo la postura, il tutto in regime ordinario o di day hospital.
Tra i centri non convenzionati con il SSN c'è Centro Clinico De Sanctis, una struttura polispecialistica nata nel 2007, che si focalizza sulla diagnosi e la cura dei disturbi emotivi e del comportamento, che possono essere causa delle cefalee. Inoltre vengono trattati  anche disturbi come la depressione, l’ansia, gli attacchi di panico, i disturbi del comportamento alimentare, l’insonnia, e altri ancora.
Il sito dell' Anicerf consente di trovare il centro cefalee più vicino a Roma e provincia, fornendo consigli utili ai pazienti affetti da cefalea ed emicrania. 

Sintomi e diagnosi dell'emicrania
Per effettuare una diagnosi  di emicrania ricorrente è importante osservarne la frequenza, la zona interessata dal dolore, la durata, e gli aspetti correlati ad essa. questo disturbo, spesso sottovalutato, può essere  invalidante e creare molti disagi a chi ne soffre in modo cronico. Alcune persone sono predisposte geneticamente, ma tante sono le variabili che incidono fortemente sulla comparsa del mal di testa, come ad esempio stress, tensione, posture scorrette, cambiamenti climatici repentini e intolleranze alimentari.

L'emicrania è una delle tre principali cefalee primarie (ovvero non imputabili ad altra patologia).
E' importante distinguere tra emicrania, cefalea di tipo intensivo, cefalea a grappolo.

L'emicrania si distingue in due forme: emicrania senza aura ed emicrania con aura. Il dolore è prevalentemente unilaterale, anche se può manifestarsi anche bilateralmente, di intensità moderata o severa; ha carattere pulsante, peggiora con il movimento ed è associato a nausea e/o vomito, disturbo della luce (fotofobia), disturbo di rumore (fonofobia) e, in alcuni casi, a disturbo di odori (osmofobia). Il paziente in genere necessita di riposo a letto, in ambiente buio e silenzioso. La durata degli attacchi è compresa tra 4 e 72 ore.

La cefalea di tipo intensivo si distingue in infrequente, (forme occasionali con meno di 1 crisi al mese), frequente (da 1 a meno di 15 crisi al mese) e cronica (più di 15 giorni al mese). La diagnosi viene posta con almeno 10 attacchi che abbiano le seguenti caratteristiche: dolore gravativo/costrittivo, bilaterale, di intensità lieve-media e comunque tale da non impedire le normali attività; i sintomi associati sono generalmente assenti oppure si possono manifestare modesta fono-fotofobia. Il dolore non è aggravato dall'attività fisica. La durata delle crisi varia tra mezz'ora e sette giorni. 

La cefalea a grappolo è una forma rara dal punto di vista epidemiologico con incidenza inferiore allo 0,5% nella popolazione maschile e 0,1% in quella femminile. E' tipicamente una patologia del sesso maschile, a differenza dell'emicrania, anche se, negli ultimi anni, la frequenza nelle donne sembra essere aumentata di pari passo con l'acquisizione di attività lavorative e stili di vita in passato tipici solo degli uomini. Gli attacchi sono particolarmente dolorosi tanto che la forma è stat soprannominata “cefalea del suicidio”.

Diagnosticare l'emicrania non è semplice. Per questo motivo la maggior parte delle persone si ritrova a dover affrontare mal di testa cronici a causa di una terapia sbagliata. E l'abuso di analgesici non indicati alimenta il problema di base peggiorandolo. Il primo passo è quello di arrivare ad una diagnosi precisa del proprio mal di testa, individuando con precisione i sintomi. La visita specialistica neurologica è da ritenersi fondamentale per accertare la salute dello stato clinico-neurologico mediante appropriati esami diagnostici: TAC o risonanza magnetica cerebrale per escludere altro genere di cause. Negli ultimi anni sono comparse delle sostanze con azione preventiva, spesso i medici specialistici prescrivono antidepressivi o ansiolitici perché talvolta una delle cause dell'emicrania può essere la depressione.

Emicrania in età pediatrica
L'emicrania colpisce il 5-10% dei bambini che soffrono di mal di testa. Di solito si manifesta con un dolore pulsante, piuttosto forte. I bambini più piccoli avvertono il dolore su entrambi i lati della testa. Quelli più grandi lo avvertono su un lato solo. gli attacchi di emicrania sono meno lunghi che negli adulti e sono spesso associati anche a nausea, vomito e diarrea. 

Consulta anche
Neurologi
Psichiatri

Consigli degli utenti

0 utenti hanno votato questa dritta. Inizia tu!

0 utenti hanno votato questa dritta. Inizia tu!

Commenti


2015-11-26 05:02 AM

Lo sapevate che uno dei primi sintomi dell'emicrania è la disidratazione? Se soffrite di saltuari mal di testa chiedetevi se nell'arco delle ultime dodici ore avete bevuto almeno un litro e mezzo di acqua. Se non è così provvedete subito e il malessere sparirà.

 

2015-02-04 12:48 PM

L'emicrania viene classificata come un vero e proprio disturbo, talvolta subdolo, che se non curato può essere anche invalidante. Si presenta in diverse sfaccettature, e non sempre è facile ricondurre al tipo e alla causa. A Roma presso il Centro per la cura delle cefalee, una sezione disposta dal Policlinico Umberto I, è possibile recarsi per essere seguiti per tale patologia. E' un centro validissimo, con medici molto in gamba ed accorti a tutte le esigenze dell'individuo. Si occupano sin dall'iniziale approccio con il paziente, di fare uno screening completo e rigoroso. Viene così stilato un programma da seguire, facendo delle analisi opportune e proponendo farmaci idonei. Una struttura, in tal campo, da raccomandare per un disturbo come l'emicrania, che può nascondere altre patologie se non curato per tempo.

 

Lascia un commento su questo articolo*

* Per motivi di privacy non è consentito inserire contatti (telefoni, email, indirizzi) nel testo del commento. In caso contrario il commento non sarà pubblicato.


Grazie per l'invio! Il commento è stato registrato con successo!

Il codice di verifica non è corretto. Inseriscilo nuovamente