CALCOLO BOLLO AUTO

Il bollo auto: nuove norme e come calcolarlo

Il bollo auto: nuove norme e come calcolarlo
Dal gennaio 2007 sono entrate in vigore le nuove tariffe sul bollo auto, le nuove regole hanno un po’ complicato il calcolo della cifra da pagare, perché per esmpio non si deve  più tenere conto solo dei cavalli o dei kilowatt ma anche della classe del veicolo in relazione alle normative sui limiti massimi di emissione di sostanze inquinanti, le famose direttive Euro1,…, Euro5. Qui di seguito tutte le informaioni per calcolare il bollo auto.

Condividi questo articolo




Se state pensando di acquistare un nuovo veicolo o magari prenderne uno usato, ora più che mai le nuove norme sul bollo auto potrebbero incidere sulla vostra scelta e quindi sarà bene conoscerle. Infatti le norme sul calcolo del bollo auto, entrate in vigore a gennaio 2007, favoriscono i veicoli meno inquinanti e lo svecchiamento del parco macchine circolanti. Il modo stesso di calcolare la tassa da pagare é variato con l’introduzione degli ecoincentivi verso l’acquisto di modelli meno inquinanti.
Peraltro giova ricordare che comunque la tariffa per il bollo auto non è uguale in tutte le regioni, infatti la legge lascia alle regioni il compito di compilare i tariffari. Ad esempio nella maggior parte delle regioni gli aumenti hanno riguardato solo autovetture e motocicli mentre nelle regioni Toscana e Liguria tutti i veicoli.
Calcolo Bollo Auto: nuova modalità di calcolo
Nella nuova modalità di calcolo del bollo auto non c’è una semplice corrispondenza diretta tra numero di kilowatt e somma da pagare, sono stati introdotti infatti due correttivi uno volto a sfavorire le auto di potenza maggiore e quindi più inquinanti che scatta dopo i 100kw e uno volto a favorire le auto meno inquinanti in quanto a classe di emissione (Euro 4 e 5). In caso di auto Euro 4 con potenza entro i 100kw l’importo risulta invariato rispetto all’anno precedente.
Sul sito dell’Agenzia delle Entrate  nella sezione servizi trovate la sezione bollo auto dove potete calcolare l’importo dovuto. E' importante ricordare che per ottenere il giusto importo il calcolo deve essere effettuato nel periodo in cui bisogna pagare il bollo, vale a dire per bolli auto con scadenza al 31 dicembre il calcolo va effettuato nel periodo 1-31 gennaio, altrimenti il software lo considererà come un pagamento ritardato rispetto alla scadenza e calcolerà more e interessi.
Calcolo Bollo Auto: ecoincentivi
Sono stati introdotti ecoincentivi per favorire l’acquisto di autovetture o autocarri leggeri Euro 4 o 5 validi fino alla fine del 2007 per chi dà in rottamazione una vettura più inquinante. Gli incentivi riguardano un contributo di 800 Euro per l’acquisto di autovetture e di 2000 per quello di autocarri leggeri. Per le vetture è previsto anche il limite di emissione di 140 grammi di CO2 per chilometro, in questo caso scatta anche l’incentivo dell’esenzione dal bollo auto che a seconda dei casi può essere di due o tre anni.
Se volete ulteriori informazioni su tutte le norme che riguardano il calcolo del bollo auto, comprese le tabelle regionali, sempre sul sito della Agenzia delle Entrate trovate un file in formato pdf. Per sapere in quali casi il bollo non deve essere pagato, ecco una guida alle esenzioni del bollo auto.

Hai trovato interessante l'articolo? Condividilo con gli amici!

Commenti

Non sono ancora presenti commenti. Inseriscine uno tu.

Lascia un commento su questo articolo*

* Per motivi di privacy non è consentito inserire contatti (telefoni, email, indirizzi) nel testo del commento. In caso contrario il commento non sarà pubblicato.


Grazie per l'invio! Il commento è stato registrato con successo!

Attenzione! Si sono verificati problemi durante l'inserimento. Prova di nuovo.