ASILO POLITICO

L'asilo politico e lo status di rifugiati

L'asilo politico e lo status di rifugiati
La costituzione italiana garantisce il diritto di asilo politico e lo status di rifugiati ai cittadini stranieri che ne facciano specifica richiesta. Per tutti i richiedenti asilo interessati ad approfondire l’argomento qui di seguito potete trovare tutte le informazioni sulla normativa, le modalità di richiesta di asilo politico e le associazioni che tutelano e aiutano i rifugiati politici in Italia.

Condividi questo articolo




Asilo politico: richiedenti asilo
Il Diritto d'asilo politico è garantito dalla Costituzione Italiana in base alla Convenzione di Ginevra del 1951 e prevede il riconoscimento dello status di "rifugiato" per tutti quei cittadini stranieri che, per motivi di razza, religione, appartenenza sociale e/o politica, vengono perseguitati nel Paese di cui possiedono la cittadinanza o, in caso di mancanza di cittadinanza (apolidia) nel territorio in cui avevano la dimora abituale, per cui non possono più tornarvi.

Asilo politico:Procedura e criteri
Per richiedere l'asilo politico bisogna presentare una specifica documentazione all'Ufficio di Polizia di Stato, al momento dell'ingresso in Italia o presso l'Ufficio Immigrazione della Questura. La domanda di asilo politico viene inviata alla Commissione territoriale competente in materia (Gorizia, Milano, Roma, Foggia, Siracusa, Crotone, Trapani, Bari, Caserta, Torino). La commissione ascolta il richiedente durante un colloquio a porte chiuse e deve prendere una decisione nei giorni successivi al colloquio. Per il tempo necessario all'esame della domanda lo straniero viene ospitato in un Centro accoglienza per richiedenti asilo. Terminato il periodo di accoglienza, al richiedente viene rilasciato un permesso di soggiorno temporaneo valido per 3 mesi e rinnovabile fino al momento della decisione finale della commissione.

Asilo politico: Rifugiati
Molte associazioni offrono il loro sostegno e aiuto ai rifugiati politici: L'ufficio di Roma dell'UNHCR  (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) partecipa alla procedura di determinazione dello status di rifugiato politico in Italia e svolge attività di protezione internazionale, formazione e training, diffusione delle informazioni sui rifugiati e richiedenti asilo in Italia e nelle aree di crisi in tutto il mondo. L'UNHCR si occupa inoltre della sensibilizzazione dell'opinione pubblica riguardo il tema dei rifugiati politici anche con l'organizzazione di raccolte fondi presso governi, aziende e privati cittadini.
Il Consiglio Italiano per i Rifugiati, assiste i rifugiati con servizi di orientamento legale, supporto sociale e con attività di cura e riabilitazione dei rifugiati sopravvissuti a tortura. Il Cir si occupa anche di informare e sensibilizzare i cittadini italiani sul tema e le condizioni dei rifugiati con iniziative sociali e culturali e una rivista mensile di approfondimento.

Hai trovato interessante l'articolo? Condividilo con gli amici!

Commenti


2012-04-05 02:18 PM

Non è facile nè bello azzardare giudizi, ma se le cose sono andate come ci pare di capire, il suo amico fermato a caso per strada da qualcuno che non lo conosceva, ci pare che come modalità di reperimento clienti da parte di un professionista serio sia abbastanza inusuale, per non dire strana o sospetta.

 

2012-03-27 01:40 PM

buongiorno ,qualcuno puo' aiutarmi a sapere se questo avvvocato e' serio?...un avvocato di verona ha fermato per strada un mio amico nigeriano che non ha i documenti,gli ha proposto di aiutarlo ,dicendo che con mille euro ,l'avvocato sarebbe andato in belgio per fare la domanda di asilo politico, cosi' sarebbe stato piu' facile,,,,secondo voi ,e' vero questo?'..rispondetemi a questa domanda.grazie

 

Lascia un commento su questo articolo*

* Per motivi di privacy non è consentito inserire contatti (telefoni, email, indirizzi) nel testo del commento. In caso contrario il commento non sarà pubblicato.


Grazie per l'invio! Il commento è stato registrato con successo!

Il codice di verifica non è corretto. Inseriscilo nuovamente