villa pamphili

VILLA PAMPHILI

Il più grande parco di Roma

Villa Pamphili, la più grande area verde di Roma a due passi dalla Gianicolense e punto di riferimento per gli abitanti del quartiere di Monteverde, è oggi una delle mete preferite dagli amanti del jogging. Residenza estiva dei Doria Pamphili fino ai primi anni del ‘900, è una tappa obbligata per gli amanti dell’arte e del verde, a due passi dal centro storico.
Aggiornato il 23/07/2014

Condividi questo articolo




Villa Pamphili – Cenni storici
Sebbene conservi ancora traccia di un passato d’epoca romana e medievale, fu sotto il pontificato d’Innocenzo X, Giovan Battista Pamphili, che la struttura della villa assunse parte dei tratti che ancora oggi la caratterizzano. Si deve infatti proprio ad Innocenzo X la costruzione del Casino del Bel Respiro con relativi giardini, la ristrutturazione della Villa Vecchia e la progettazione di alcune tra le più belle fontane della villa. Alcuni tra i più importanti artisti dell’epoca si sono dedicati a rendere Villa Pamphili a Roma quella splendida residenza estiva che oggi è la delizia dei cittadini di Roma e non solo. Tra questi è d’obbligo ricordare il Bernini, la cui magnifica scultura d’Innocenzo X è attualmente esposta a Palazzo Doria Pamphili di via del Corso. Nel Settecento la villa venne ampliata grazie all’acquisto di terreni circostanti. Fu in questo periodo che vennero realizzati alcuni importanti interventi, tra cui significativo quello ai Giardini dei Cedrati e alla fontana del Giglio, mentre veniva realizzata, per opera del Nicoletti, la Stanza dell’Organo, nell’esedra del Giardino del Teatro. Nel 1856 Villa Pamphili venne ulteriormente ampliata per opera dell’acquisizione di Villa Corsini da parte del principe Filippo Andrea V Doria Pamphili. Fu in questo periodo che venne realizzato lo splendido ingresso della Villa, l’Arco dei Quattro Venti. La Villa restò di proprietà dei Doria Pamphili fino ai primi del ‘900, ma a partire dal 1939 il Comune di Roma operò una serie d’espropri che portarono in fine all’apertura al pubblico del parco, nel 1965, per la parte occidentale della villa e nel 1971 per quella orientale.

Villa Pamphili – Descrizione
Pur avendo sulle spalle qualche centinaio di anni, Villa Pamphili di Roma è una tra le ville meglio conservate. L’unico vero e proprio “affronto” del tempo, lo deve infatti alla forzata separazione dell’ala occidentale e orientale della villa per opera dell’apertura della Via Olimpica, che la taglia letteralmente in due. Nonostante questo, la magnificenza dei suoi edifici e dei suoi giardini l’hanno eletta a sede di rappresentanza del Governo Italiano. La Villa è divisa in tre parti: pars urbana, comprendente gli edifici e giardini, pars fructuaria, ossia la pineta e pars rustica, ossia la tenuta agricola.

Villa Pamphili Come Arrivare
La Villa ha diverse entrate che si trovano in Via di San Pancrazio 10, Via Aurelia Antica 183, Via della Nocetta 30, Piazzetta del Bel Respiro, Via Leone XIII74, Via Vitellia 76, Piazza San Pancrazio. Gli autobus che arrivano alla villa sono il 710 e l'870, che fermano in Via Vitellia e Via di S. Pancrazio, 31, 33, 180, 791, che fermano in Via Leone XIII, 984 che ferma in Via Aurelia Antica e Via Leone XIII.

Villa Pamphili - Orari di apertura
La Villa è aperta tutti i giorni dalle 7 mentre l'orario di chiusura varia in base alla stagione, da ottobre a febbraio chiude alle 18, a marzo e settembre chiude alle 20 e da aprile ad agosto chiude alle 21. 

Da vedere in zona
Da Via Leone XIII arrivando a Via Gregorio VII e percorrendola per un buon tratto, si raggiungerà facilmente Viale Vaticano e da lì i Musei Vaticani, Piazza Risorgimento e naturalmente Piazza S. Pietro con la Basilica di S. Pietro

Dormire in zona
Situata in una zona centrale, è possibile alloggiare in uno dei numerosi alberghi di Via Aurelia, b&b nella zona Aurelia e bed and breakfast a San Pietro.

Mangiare in zona
Trovandosi a Villa Pamphili e volendo mangiare qualcosa di diverso da quanto offerto dai punti ristoro presenti nel parco, si può optare per una pizzeria in zona Prati  o per un ristorante in zona San Pietro.
 

Divertimento in zona
I locali in zona Prati sapranno offrire tanto divertimento per passare una piacevole serata.
 

Hai trovato interessante l'articolo? Condividilo con gli amici!

Commenti

Non sono ancora presenti commenti. Inseriscine uno tu.

Lascia un commento su questo articolo*

* Per motivi di privacy non è consentito inserire contatti (telefoni, email, indirizzi) nel testo del commento. In caso contrario il commento non sarà pubblicato.


Grazie per l'invio! Il commento è stato registrato con successo!

Attenzione! Si sono verificati problemi durante l'inserimento. Prova di nuovo.