PIAZZA SANTA MARIA IN TRASTEVERE
Un buon punto per una fresca sosta

In questa piazza si trovano la più antica fontana funzionante di Roma. elaborata e restaurata nel corso dei secoli, e la basilica del III secolo voluta da Papa Callisto I. Sedetevi sui gradini della fontana e ammirate intorno la grande bellezza

Aggiornato il 25/01/2015

Condividi questo articolo

Cenni storici
Probabilmente una delle chiese più vecchie di Roma dedicata alla Vergine. La leggenda narra che venisse eretta su una fonte d'olio dove nel 38 A.C. venne preannunciata la nascita del Salvatore. Tra i primi luoghi ove i cristiani officiarono liberamente i loro servizi, fu iniziata sotto Papa Callisto tra il 221 e 227 e terminata da Giulio I. Sotto il Papa Trasteverino Innocenzo II venne completamente rinnovata e ridecorata nel periodo barocco. Di fronte la chiesa si trova una delle fontane monumentali più antiche di Roma, compare infatti in una pianta della città del 1471 dovuta a Pietro del Massaio ma l'antico nome della basilica, "Sancta Maria in fotibus", ci permette di ipotizzare una data ben più antica. La storia di questa fontana, è contraddistinta dalla mancanza di una continua e ricca offerta d'acqua, fu Alessandro VII Chigi (1655-1667) che aumento la fornitura a 36 once d'acqua e la fece spostare al centro della piazza.

Descrizione
La facciata della chiesa è decorata con uno splendido mosaico medievale che rappresenta la Vergine in trono col Bambino affiancata da una processione di 10 Vergini, tutto è precorso dal portico progettato da Carlo Fontana (1702). Il campanile è del XII secolo, fra i più alti e tipici di Roma. L'interno è del XII secolo, il soffitto è opera del Domenichino (autore anche dell'Assunzione al centro), colonne spoglie, con capitelli provenienti da un tempio egizio, il pavimento è in parte cosmatesco. Vero gioiello della chiesa sono i mosaici che decorano l'abside del XII sec. col trionfo di Maria. In basso affreschi e mosaici di Pietro Cavallini del XIII sec. che rappresentano episodi della vita di Maria. Degne di nota la minuscola cappella del tabernacolo, opera rococò di Raguzzini e la Cappella Avila di Antonio Gherardi (1680), considerata la più grande opera barocca a Roma dopo il periodo di Bernini e Borromini. In sagrestia si conservano due graziosi mosaici del I sec. D.C. Tra le altre opere d'arte si segnalano l'icona della Madonna della Clemenza, esemplare risalente al VI secolo e la cappella Altemps (fine XVI secolo).

Per quanto riguarda gli interventi avvenuti sulla fontana, sappiamo di un restauro effettuato a fine quattrocento dal cardinale Lopez cui  si deve l'epigramma in distici inciso sulla lapide apposta a un angolo della vasca.  lavori furono affidati al Bernini (1659): la parte superiore del monumento non fu modificata, mentre quella inferiore, cioè la vasca ottagonale, fu innalzata su alcuni gradini, vennero aggiunte le quattro doppie conchiglie (allora rivolte verso l'esterno), gli stemmi del Chigi e iscrizioni a ricordo del restauro. Nel 1692il pontefice Innocenzo XII dovette procedere con lavori straordinari di ripulitura, nel corso dei quali venne probabilmente ampliata la capacità della vasca e le doppie conchiglie furono rivolte verso la vasca quasi a proteggerla. Infine, nel 1873, il Comune di Roma ricostruì totalmente la fontana in marmo bardiglio anziché in travertino, ma sull'esatto modello del 1692.

Come arrivare
La piazza si trova a poche centinaia di metri dalla fermata del tram n.8 e dei bus:  780, H, N8.

Da vedere in zona
Passeggiate per Trastevere e perdetevi nel dedalo di vie di questo quartiere dal fascino storico e dalla movimentata vita notturna, per ispirazione potete consultare la pagina su Trastevere di giorno e di notte oppure avventuratevi per una passeggiata fino al Gianicolo.

Dove dormire
Qui trovate una lista di Bed and Breakfast del quartiere.

Mangiare in zona
Per mangiare qualcosa ecco la pagina dei ristoranti a Trastevere.

Divertimento in zona
Trastevere rappresenta un'importante punto della movida romana, il luogo dove bere qualcosa in un localino per poi continuare a passeggiare. Qui una lista di pub e enoteche nei dintorni. 

Commenti


2015-01-29 11:53 AM

Trastevere è uno dei miei quartieri preferiti! Ogni volta che vengono a trovarmi dei miei amici non romani è la prima meta dei nostri itinerari. C'è l'arte (già solo la splendida Basilica vale la visita), è ricca di bar, ristoranti e trattorie per tutti i gusti e le tasche, è vicino al Tevere e facilmente raggiungibile. Affascinante!

 

2014-10-18 01:06 PM

Santa Maria in Trastevere per molti romani rappresenta un ottimo punto di aggregazione. Qualche anno fa la piazza venne frequentata molto dai clochards e da ragazzi che abusavano di sostanze stupefacenti, ma dopo un periodo di controlli continui e serrati, è ritornata ad essere un punto centrale del quartiere. Sia di giorno che di sera ci si può imbattere in qualche artista di strada o in qualche musicista e in un attimo si crea uno spettacolo a cielo aperto con lo sfondo di una piazza storica e a mio avviso veramente affascinante.

 

Lascia un commento su questo articolo*

* Per motivi di privacy non è consentito inserire contatti (telefoni, email, indirizzi) nel testo del commento. In caso contrario il commento non sarà pubblicato.


Grazie per l'invio! Il commento è stato registrato con successo!

Il codice di verifica non è corretto. Inseriscilo nuovamente