BARCACCIA

La fontana di Piazza di Spagna

La fontana di Piazza di Spagna
La fontana della Barcaccia dà un tocco di freschezza ad una delle Piazze più famose di Roma e del mondo intero: Piazza di Spagna. La sua singolare forma è opera dell’ingegno dei Bernini: la costruzione della fontana è difatti il frutto della collaborazione tra Pietro Bernini, vero autore del progetto, e il figlio, più famoso, Gian Lorenzo Bernini
Aggiornato il 10/11/2014

Condividi questo articolo




Cenni storici
La fontana della Barcaccia è una splendida opera di Pietro Bernini collocata ai piedi della Scalinata di Trinità dei Monti a Piazza di Spagna. Originariamente la fontana era collocata semplicemente ai Piedi del Colle Pincio, sotto la chiesa di Trinità dei Monti, dato che la scalinata venne costruita cento anni dopo la sua creazione. Il tema dell’opera è ripreso dall’alluvione del 1598 che trascinò alcune barche fino al luogo dove sorge ora la fontana: essa prende il nome dalle imbarcazioni che venivano utilizzate nel medioevo per il trasporto di merci lungo il Tevere. Fu Papa Urbano VIII a commissionarne la realizzazione nel 1627 a Pietro Bernini che, aiutato dal figlio Gian Lorenzo Bernini, dovette superare alcuni ostacoli tecnici per realizzare la sua opera. In quella zona infatti l’acquedotto dell’acqua vergine, che tuttora alimenta la fontana, aveva una pressione troppo bassa, il Bernini risolse l’inconveniente ideando la forma di una barca in parte immersa nell’acqua, posta al di sotto del piano stradale, con zampilli che escono da poppa e dalla prua.

Descrizione
La sua caratteristica forma la rende inconfondibile e ha reso celebre l’opera di Bernini padre in tutto il mondo. La vasca, pur semplice nella forma, dona un tocco ancor più frizzante a una delle piazze più famose del mondo, Piazza di Spagna. L’acqua che zampilla continuamente esce da un calice posto più in alto al centro della costruzione e da due rilievi che rappresentano il sole e riempie così la barca. Una volta riempito l’interno, l’acqua fuoriesce dai cannoni a prua e a poppa, cadendo nella vasca sottostante, ciò può dare l’illusione che la barca galleggi. Il messaggio che Papa Urbano VIII voleva far giungere ai fedeli era che la barca, che reca i simboli della famiglia Barberini, della quale faceva parte il pontefice, rappresentava allegoricamente la missione della Chiesa. L’acqua può spegnere i fuochi dei cannoni, l’acqua infatti esce proprio dai cannoni, e ciò allude alla funzione purificatrice e conciliatrice della Chiesa Romana in un' Europa traviata da tanti conflitti religiosi.

Come arrivare
Con la metro A scendendo alla fermata Spagna oppure, per chi preferisce spostarsi in automobile, c'è il parcheggio sotterraneo di villa Borghese con un'uscita in comune con quella della stazione della metropolitana proprio sulla piazza.

Da vedere in zona
Piazza del Popolo, la terrazza del Pincio, villa Borghese.

Dormire in zona
Per dormire in zona c'è una vasta scelta di alberghi a Piazza di Spagna così come di bed and breakfast in centro.

Mangiare in zona
Dopo la visita a Piazza di Spagna si può mangiare in un ristorante vicino a Piazza di Spagna o in una delle pizzerie del centro.

Potrebbe interessarti anche la pagina su Monumenti e Fontane a Roma.

Hai trovato interessante l'articolo? Condividilo con gli amici!

Commenti


Nessun commento presente.

Lascia un commento su questo articolo*

* Per motivi di privacy non è consentito inserire contatti (telefoni, email, indirizzi) nel testo del commento. In caso contrario il commento non sarà pubblicato.


Grazie per l'invio! Il commento è stato registrato con successo!

Il codice di verifica non è corretto. Inseriscilo nuovamente

Leggi anche