POESIE EROTICHE

Poesie erotiche

Poesie erotiche
Eros e poesia due diverse forme di espressione della parte più intima del nostro animo e grandi poeti hanno saputo fonderle in splendidi versi. State cercando delle poesie erotiche on-line? Vi piacerebbe dedicare alla persona amata versi carichi di passione? Romaexplorer ha selezionato per voi alcune poesie erotiche di grandi poeti come Pablo Neruda, Federico Garcia Lorca e altri.

Condividi questo articolo


La sottoveste
Guillame Apollinaire

Buondì Germaine Avete una bella sottoveste
Una bella sottoveste di regina e di regina crudele
Fatemi toccare la seta Una seta del Giappone
Con un largo volant di merletto antico
Questa campana di seta ove il doppio battacchio
Delle gambe rintoccò a morto per i miei capricci
Io la suono mia Germaine col seno palpitante
E le mani appoggiate sulle vostre anche complici
La vostra camera mia campana è un affascinante campanile
Ove le mie mani sulla seta mi straziano le orecchie
I ganci forca delle sottovesti appese
Dondolano impiccati di seta che mi meravigliano
Immobile come un gufo la lampada veglia.

Casida della donna distesa
F. Garcia Lorca

Vederti nuda è rievocare la terra.
La terra piana e priva di cavalli.
La terra senza un giunco, forma pura
chiusa al futuro: confine d'argento.
Vederti nuda è comprendere l'ansia
della pioggia che cerca fragili fianchi,
o la febbre del mare dal volto immenso
che non trova la luce della sua guancia.
Il sangue risuonerà nelle alcove
e verrà con spada di folgore,
ma tu non saprai dove si celano
il cuore di rospo o la violetta.
Il tuo ventre è uno scontro di radici,
le tue labbra un'alba senza profilo,
e sotto le tiepide rose del letto gemono
i morti, in attesa del loro turno .

Toccare
Octavio paz
Le mie mani
aprono la cortina del tuo essere
ti vestono con altra nudità
scoprono i corpi del tuo corpo
le mie mani
inventano un altro corpo al tuo corpo.


Lasciami sciolte le mani e il cuore
Pablo Neruda

Lasciami sciolte le mani e il cuore,
lasciami libero!
Lascia che le mie dita scorrano
per le strade del tuo corpo.
La passione - sangue, fuoco, baci -
m'accende con vampate tremule.
Ahi, tu non sai cosa significa questo!
E' la tempesta dei miei sensi
che piega la selva sensibile dei miei nervi.
È la carne che grida con le sue lingue ardenti!
È l'incendio!
E tu sei qui, donna, come un legno intatto
ora che vola tutta la mia vita ridotta in cenere
verso il tuo corpo pieno, come la notte, di astri!
Lasciami libere le mani
e il cuore, lasciami libero!
Io solamente ti desidero, io solamente ti desidero!
Non è amore, è desiderio che inaridisce e si estingue,
è precipitare di furie,
avvicinarsi dell'impossibile,
ma ci sei tu,
ci sei tu per darmi tutto,
e per darmi ciò che possiedi sei venuta sulla terra -
come io son venuto per contenerti,
e desiderarti,
e riceverti!

Nel caso in cui nessuna delle poesie proposte dovesse sembrarvi quella giusta o se più semplicemente vi piacerebbe conoscerne anche delle altre, potreste visitare la sezione poesia erotica tra le rubriche dedicate all’Eros, all’amore e alla sessualità di Ciaoo.it , la web community erotica non pornografica, al cui interno avrete inoltre la possibilità di proporre agli altri utenti, grazie a risorse gratuite come i forum e i blog, racconti e poesie erotiche scritte da voi.

Hai trovato interessante l'articolo? Condividilo con gli amici!

Commenti

Non sono ancora presenti commenti. Inseriscine uno tu.

Lascia un commento su questo articolo*

* Per motivi di privacy non è consentito inserire contatti (telefoni, email, indirizzi) nel testo del commento. In caso contrario il commento non sarà pubblicato.


Grazie per l'invio! Il commento è stato registrato con successo!

Attenzione! Si sono verificati problemi durante l'inserimento. Prova di nuovo.

Leggi anche