Prestito d'onore
Prestito d'onore, risorsa per imprenditori romani

Per gli aspiranti imprenditori di Roma e della Regione Lazio, che hanno intenzione di aprire una piccola impresa, un franchising o mettersi in proprio, la legge prevede in alcuni casi agevolazioni erogate attraverso il prestito d’onore. Nell’articolo elencheremo i requisiti che il giovane imprenditore dovrà avere per usufruire del prestito d'onore, link con le informazioni legali e la modalità di presentazione della domanda.

Aggiornato il 28/03/2012

Condividi questo articolo

Prestito d’onore
Prima la legge 608 1996 poi  il decreto legislativo 185 2000 hanno introdotto il presti d’onore,  elemento utile per l’investimento di imprenditori di Roma in nuove attività. Il prestito d’onore è soprattutto rivolto ai giovani, che potranno usufruire di un finanziamento che ricopre il 60% delle spese totali a fondo perduto. Mentre il restante 40% andrà restituito con un tasso molto agevolato.  Lo scopo principale del prestito d’onore è incentivare la nascita di nuove imprese per combattere la disoccupazione. Il prestito d’onore può essere strumento anche per il percorso universitario di uno studente che non ha possibilità economiche per permettersi gli studi.
Requisiti per ottenere il prestito d’onore
Per ottenere il prestito d’onore bisogna possedere alcuni  requisiti che sono:
-essere maggiorenne;
-essere disoccupato per almeno sei mesi prima dell’invio della domanda di prestito d’onore;
-avere la residenza nel territorio coperto dalle agevolazioni.
La società che gestisce il prestito d’onore è Invitalia che ammette la domanda di selezione solo se il presti d’onore servirà per :
-creazione di una miscro impresa;
-per il lavoro autonomo;
-per il franchising.
Dopo la ricezione della domanda per ottenere il prestito d’onore bisognerà aspettare 60 giorni per l’erogazione dei finanziamenti.
Domanda prestito d’onore
Per scaricare il modulo della domanda del prestito d’onore bisogna collegarsi al portale di moduli.it, mentre se si cerca una specifica consulenza potete compilare un form all’interno del portale Unione Consulenti, per  poi ricevere una valutazione del progetto presentato .
Imprese agevolate dal prestito d’onore
Come già accennato, la legge prevede la concessione di agevolazioni finanziarie attraverso contributi a fondo perduto e mutuo a tasso agevolato per tre tipologie di iniziative:
1 Franchising. Secondo il decreto 185 2000 possono accedere alle agevolazioni del prestito d’onore tutte le società che intendono aprire un’attività in franchising nel settore di commercializzazione dei beni e prestazioni di servizi. Le agevolazioni saranno trasmesse attravero contributi a fondo perduto e mutuo a tasso agevolato.
2 Microimprese. L’agevolazione è concessa per la creazione di società in nome collettivo. Gli investimenti ammissibili (fino ad un massimo di € 129.114,00) relativi alle microimprese attraverso il prestito d’onore sono:
- attrezzature, impianti , macchinari e allacciamenti
- ristrutturazione di immobili (10% degli investimenti ammissibili)
- beni immateriali a utilità pluriennale.
Il decreto 185 2000 ammette al contributo anche una serie di spese di esercizio:
- materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti, nonché altri costi interni al processo produttivo;
- utenze e canoni di locazione per immobili;
- prestazioni di garanzie di assicurazione sui beni finanziati;
- prestazioni di servizi;
- oneri finanziari.
3 Lavoro autonomo. Tutti i soggetti che vogliono costituire una ditta individuale hanno la facoltà di chiedere un prestito d’onore. Le agevolazioni andranno a ricoprire investimenti dedicati alle: attrezzature, macchinari, impianti, allacciamenti, beni materiali a utilità pluriennale, ristrutturazione di immobili (10% degli investimenti ammissibili).  Il limite massimo delle agevolazioni del prestito d’onore ammontano, per questo settore, a euro 25.823,00. Per investimenti compresi tra € 5.165,00 ed € 25.823,00, sono previsti tre tipi di contributi:
- mutuo a tasso agevolato, al 60% del totale dell’investimento;
- contributo a fondo perduto pari al 40% del totale dell’investimento;
- contributo a fondo perduto, per un ammontare non superiore ad € 5.165,00, per le spese e gestione del primo anno di attività.
Per investimenti fino ad € 5.165,00:
- mutuo a tasso agevolato per l’intero importo dell’investimento;
- contributo a fondo perduto, per un ammontare non superiore ad € 5.165,00, per le e gestione del primo anno di attività.
Inoltre vi suggeriamo di visitare la nostra pagina sulle altre leggi disponibili per i giovani imprenditori romani.

Commenti


2012-09-20 12:38 PM

In che sezione del sito moduli.it è possibile scaricare il modulo per richiedere un prestito d onore? Grazie mille in anticipo

 

2012-04-04 01:00 PM

STAFF la domanda per richiedere il prestito d'onore può essere scaricata tramite il portale moduli .it

 

2012-04-04 12:59 PM

dove posso scaricare il modulo per la domanda del prestito d'onore?

 

2012-04-04 12:57 PM

dove posso scaricare il modulo per la domanda del prestito d'onore?

 

Lascia un commento su questo articolo*

* Per motivi di privacy non è consentito inserire contatti (telefoni, email, indirizzi) nel testo del commento. In caso contrario il commento non sarà pubblicato.


Grazie per l'invio! Il commento è stato registrato con successo!

Il codice di verifica non è corretto. Inseriscilo nuovamente