Finanziamenti imprese artigiane, legge 949/52
Legge 949/52, risorsa per le imprese artigiane romane e del Lazio

La legge 949/52 è un’agevolazione che sostiene lo sviluppo delle imprese artigiane di Roma e della Regione Lazio. Nell’articolo che segue verranno illustrati i punti chiave della legge, quindi chi potrà beneficiare dei finanziamenti agevolati, le finalità e le agevolazioni che la norma comporta e le procedure per la domanda di ammissione dei finanziamenti agevolati.

Aggiornato il 18/04/2012

Condividi questo articolo

L’agevolazione della legge 949/52 consiste in un contributo in conto di interessi che riduce il tasso dei finanziamenti emanati dalle banche, verso le imprese artigiane di Roma e del Lazio, quindi ha come obiettivo di alleggerire gli oneri che le imprese artigiane devono sostenere e quindi facilitare gli investimenti produttivi.

I Beneficiari della Legge 949/52
Potranno usufruire delle agevolazioni finanziarie della norma solo le imprese artigiane, consorsi e cooperative iscritte alla Sezione Speciale dell’Albo Artigiani.

Spese ammesse dalla legge 949/52
Le spese agevolate dall’Artigiancassa sono:
-costruzione, acquisto, ampliamento o ammodernamento dei laboratori artigiani;
-acquisto di macchine, attrezzi nuovi o usati  utilizzati per introdurre innovazioni tecnologiche quindi aumentare la propria competitività tra le imprese;
-acquisizione di servizi di foormazione e qualificazione del personale;
-spese connesse allla promozione e quindi a servizi di marketing;
-formazione di scorte e materie prime e prodotti finiti.
Agevolazioni della legge 949/52 per le imprese artigiane Di Roma e Lazio
-Concessione di contributi che abbattano gli interessi su finanziamenti ottenuti dall’impresa artigiana. Può ricoprire fino al 100% degli investimenti ammessi;
-il tetto massimo del finanziamento è di 500.000 euro;
-nel caso l’impresa artigiana fosse costituita in forma cooperativa, l’importo ammissibile è di 100.000 per socio che la compone;
-per i consorzi e società consortili , l’importo massimo  si determina moltiplicando l’importo indicato nell’art. 6 della legge 443/83 per il numero delle imprese consorziate;
Sono escluse dalle agevolazioni operazioni di finanziamento inferiore a 10.000 euro.
                                                                                                                                                                                                                                               Modalità di erogazione
Il finanziamento agevolato verrà erogato all’impresa artigiana di Roma, o in unica soluzione o in più quote. Tale scelta verrà presa dall’impresa artigiana stessa.

Presentazione della domanda
La domanda di ammissione al finanziamento agevolato, deve essere compilata dall’impresa artigiana di Roma e trasmessa presso l asede della Banca Regionale dell’Artigiancassa ( Ufficio Regionale per il Lazio) entro sei mesi dalla data di decorrenza del contributo. Allegara, alla domanda di autocertificazione di essere iscritta come impresa all’Albo delle imprese artigiane, i documenti delle spese di investimento sostenute. Nel sito Biclazio troverete il modulo della domanda.

Di seguito vi lasciamo informazioni dell’Artigiancassa con indirizzi utili
Artigiancassa Lazio S.p.a. Via Crescenzio del Monte 25 00153 Roma
Telefono 06 5845477-373-211  Fax 065899672  
 

Commenti


2012-10-16 09:25 PM

salve devo aprire un salone di parrucchiera . sono residente in campania , ci sono ugualmente i fondi per la impresa artigiane , settore elencato? grazie

 

Lascia un commento su questo articolo*

* Per motivi di privacy non è consentito inserire contatti (telefoni, email, indirizzi) nel testo del commento. In caso contrario il commento non sarà pubblicato.


Grazie per l'invio! Il commento è stato registrato con successo!

Il codice di verifica non è corretto. Inseriscilo nuovamente