Basket in Carrozzina
Fare canestro, da seduti!

La pallacanestro è lo sport per disabili più praticato e seguito nel mondo. Disciplina Paralimpica dall'edizione di Roma del 1960, si è diffuso anche in Italia. Uno sport che pù degli altri mette sullo stesso livello, per fatica e impegno, atleti diversamente abili e normodotati. A Roma ci sono alcune società dove praticare questo sport, con una - la Santa Lucia - che ha la squadra più titolata d'Italia

Aggiornato il 07/04/2016

Condividi questo articolo

Il basket in carrozzina è probabilmente il più popolare sport per disabili. A Roma sono presenti più società che hanno una squadre di basket in carrozzina, che conquistano punti nelle classifiche e si fanno conoscere in Italia e nel mondo.
La Fondazione S.Lucia, in via Ardeatina 306, effettua corsi di sport per disabili già dagli anni '60, in ottica riabilitativa. Oggi, oltre a nuoto e tennis tavolo, milita nella serie A del campionato di pallacanestro in carrozzina ed è la società più titolata d’Italia, sempre ai vertici delle competizioni nazionali e internazionali. L'allenamento è accessibile a tutti coloro che in questa condizione desiderino impegnarsi a livello sportivo: la fatica e la pratica non conosce differenza di fatica e emozione tra atleti abili e diversamente abili.
Un altro orgoglio italiano è certamente la SS Lazio in Carrozzina, che gioca in seconda divisione e fa parte della S.S. Lazio. Nasce nel 2012, milita nel campionato di B e gioca le partite casalinghe nel palazzetto del Pamphili Village, coinvolgendo sempre più giovani nell'appassionarsi a questa disciplina.
Anche la A.S.D. Don Orione 1952 ha una squadra di basket in carrozzina, che nasce negli anni 2000 in sostituzione di una precedente associazione, la SPRO (Sezione Polisportiva per la Riabilitazione Don Orione). La squadra gioca nel campionato di serie B e gli allenamenti si disputano all’interno del centro Don Orione, in via della Camilluccia 120.
Il campionato italiano di basket in carrozzina ha solo due serie: A e B, a loro volta divise in gironi (due per la serie A, quattro per la B). È organizzato dalla FICIP, Federazione Italiana Pallacanestro In Carrozzina, che gestisce anche un campionato giovanile e apre davvero le porte sul mondo delbasket per disabili, rimanendo un punto di riferimento per informazioni, partite e allenamenti.

La pallacanestro in carrozzina, disciplina Paralimpica dal 1960, nacque in USA subito dopo la fine della II Guerra Mondiale. Veniva praticato dai veterani di guerra per la loro riabilitazione. Fu portato in Italia dal dottor Antonio Maglio, primario del Centro Paraplegici di Ostia.
Le regole sono stabilite dall'IWBF, che adotta un sistema di classificazione (da 0,5 a 4,5) per i giocatori basato sulle limitazioni funzionali causate dall'handicap fisico. Con una disabilità più grave (e quindi potenzialità fisiche e motorie minori) corrisponde un punteggio più basso, viceversa se l'handicap è meno disabilitante corrisponde un punteggio maggiore. La classificazione è indispensabile per poter schierare in campo delle squadre equilibrate: una delle regole prevede che il quintetto in campo gioco non può superare il totale di 14,5 punti. Questo per garantire anche ai disabili più gravi (per esempio i paraplegici) la possibilità di prendere parte alle competizioni: in sostanza si può dire che il basket in carrozzina è uno dei pochi sport che schiera contemporaneamente in campo atleti con diversi tipi di disabilità e soprattutto diverso potenziale fisico.
Non esistono sostanziali differenze di regolamento rispetto al basket per normodotati: le dimensioni del campo e l'altezza dei canestri sono uguali, ma sono previste delle infrazioni particolari. Non è consentito sollevarsi dalla carrozzina (fallo tecnico), avanzare con la palla senza palleggiare dopo due spinte, sollevare da terra contemporaneamente le due ruote posteriori con la palla in mano. Inoltre è considerato fallo intenzionale trattenere con le mani la carrozzina dell'avversario.

Consulta anche:
Sport per disabili
Nuoto per disabili
Trasporto Disabili

Consigli degli utenti

ATLETI SPECIAL OLYMPICS

Inserita il 22/12/2013

Scrivo per segnalarvi l'asta di beneficenza in favore degli Atleti Special Olympics e che vedrà in palio oggetti donati dai più grandi professionisti del basket italiano e una grandiosa opportunità dal mondo del calcio Inter-Milan del 22 dicembre. http://members.ebay.it/ws2/eBayISAPI.dll?ViewUserPage&userid=specialolympics_charity

0 utenti hanno votato questa dritta. Inizia tu!

Commenti


2016-07-01 04:45 AM

Il basket in carrozzina è uno degli sport più seguiti a Roma, soprattutto grazie ai successi (nazionali ed internazionali) della Santa Lucia. Negli ultimi anni, questa attività ha sempre più appassionati anche a causa delle sventure della mitica Virtus Roma. La prima squadra di pallacanestro della Capitale, infatti, dopo decenni di gloriosa attività, l'anno scorso non si è iscritta al campionato di Lega A, decidente di ripartire dalla Lega Due.

 

Lascia un commento su questo articolo*

* Per motivi di privacy non è consentito inserire contatti (telefoni, email, indirizzi) nel testo del commento. In caso contrario il commento non sarà pubblicato.


Grazie per l'invio! Il commento è stato registrato con successo!

Il codice di verifica non è corretto. Inseriscilo nuovamente